Passieparole

Girando per l'Italia che cammina e che legge


Lascia un commento

Sognando con Verne, dalle parti di Mantova

verneMaestro, quanti sogni avventurosi | sognammo sulle trame dei tuoi libri! | La Terra il Mare il Cielo l’Universo | per te, con te, poeta dei prodigi, | varcammo in sogno oltre la Scienza.

Così scriveva Guido Gozzano, rendendo omaggio a Jules Verne e soprattutto accarezzando quel ragazzino che, con le sue letture, scioglieva gli ormeggi per l’avventura. Poeta dei prodigi, lo chiamava Guido e di tutti i prodigi che mi potrebbero venire in mente proprio questo mi sembra il più bello, il poter volare lontano su ali di carta.

Accanto ce ne aggiungo uno piccolo piccolo, ma che è capace di di destarmi un sentimento di gratitudine, sarà che anche così vedo un’Italia che è assai meno brutta di quella che scorgo ogni giorno nei Tg.

E’ bello pensare che c’è chi ha pensato e poi organizzato una giornata dedicata a Jules Verne e ai suoi viaggi. Soprattutto perché non si tratta del solito convegno, ma di un’occasione per ritrovarsi insieme, cultori ma anche semplicemente curiosi, soprattutto sognatori. In un posto che non è un auditorium, ma una foresta che non conosco, e che mi dicono bellissima. Quel giorno – sabato primo settembre – ci saranno biciclette e mongolfiere, libri e laboratori di teatro, chiacchiere e pasti in compagnia.

Vulcani e isole misteriose, spedizioni sulla luna e al centro della terra, oceani e giungle, su quante cose potremo fantasticare. Come io sono abituato a fare sulle carte geografiche, che sotto i miei occhi sanno diventare libri dei sogni.

Per il programma guardate qui, nel sito della Cooperativa librai mantovani. Son buon cibo per la mente giornate così, per guardare oltre, per immaginarci persino un altro paese.