La Firenze di Denata in questa primavera

Questa Firenze di vuoti e silenzi, questa primavera che facciamo fatica a considerare primavera, se non come nostalgia e tentazione. Passerà alla storia come il tempo della pandemia, l’emergenza coronavirus, ma al di là degli aspetti sanitari ed economici ogni giorno ci sta scavando dentro. E per reagire abbiamo bisogno anche della poesia. Di parole come queste di Denata Ndreca, poetessa amica: parole con cui contagiare il mondo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.