Passieparole

Girando per l'Italia che cammina e che legge

Emozioni di parole e musica al lago Scaffaiolo

Lascia un commento

scaffaiolo4

Sulle copertine di entrambi c’è un uomo solo in cammino: certo non la sola caratteristica che accomuna L’ambasciatore delle foreste del sottoscritto con Santiago dell’amico Giuseppe Leo Leonelli. In entrambi i libri ci sono sentieri, boschi, parole che arrivano dal cuore e silenzi. Però camminare è ascoltarsi dentro, ma anche incontrare. E così eccoci in un bel fine settimana di agosto, a salire insieme per l’Appennino, eccoci a seguire il crinale tra Toscana ed Emilia fino a quella meraviglia che è il lago Scaffaiolo.

Perché anche un posto dove ci si arriva solo con le proprie gambe, un rifugio dove la vita a valle sembra di un’altra pianeta, anche questo può essere un posto per dardi appuntamento. Buono per condividere il piacere della conversazione intelligente e garbata – altro che techno music pompata in spiaggia – e addirittura per raccontare libri, per ascoltare parole e musica dal vivo.

E allora quante emozioni, lassù sul lago Scaffaiolo: l’abbraccio di Antonio e Mirco che gestiscono il rifugio  – intitolato al Duca degli Abruzzi, il primo dell’Appennino Tosco-Emiliano, da qualche anno ben ristrutturato – e le nostre letture affidate all’ultima luce del giorno. L’odore del ragù per la polenta e la musica fantastica degli Angus McOg, che sembra vengano dal Canada e invece sono di Carpi, la loro musica invece appartiene al mondo. Il lago che è uno specchio per le nuvole – sarà un quadro di Monet o di Turner? – e l’aria frizzante della sera per gli ultimi passi del giorno. 

 

scaffaiolo1

Arrivare a un rifugio, liberarsi dello zaino, respirare forte e sedersi su una panca: c’è niente di più bello? Forse sì, se ci aggiungete anche una canzone, una pagina di un libro, una birra….

E se fosse lassù, sulle cime dell’Appennino, la giusta atmosfera per i nostri libri, per la nostra musica? Per tornare migliori e più contenti alle nostre città?

Ps: quanti ragazzi, quante ragazze, per i sentieri e nelle tende che a sera si sono disposte sulle sponde del lago. Tribù giovane di muscoli indolenziti, parole sussurrate, sguardi scoccati alle prime stelle, tribù che mi fa ben sperare. 

lagoscaffaiolo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.